Il mercato delle locazioni: consigli per i proprietari

Se avete acquistato un immobile come investimento da mettere a reddito, probabilmente state anche pensando di affittarlo. Ottima idea: nel mercato delle locazioni, infatti, sia a breve che a lungo termine, la domanda è potenzialmente in crescita, per cui affittare la vostra casa può essere una buona soluzione per ripagarvi la rata del mutuo e, magari, iniziare a guadagnare dal vostro immobile. Prima di iniziare la ricerca del possibile inquilino, però, occorre avere ben chiari alcuni aspetti.

In questo articolo abbiamo raccolto una serie di consigli pratici per i proprietari che muovono i primi passi nel mercato delle locazioni: cosa fare e da dove iniziare?

La crisi e i cambiamenti della società hanno cambiato profondamente il settore immobiliare, favorendo gli affitti e dando una spinta alla domanda. Ma come sempre, è importante sapere come muoversi, come scegliere l’inquilino più adatto al proprio appartamento, senza avere fretta, preparare e diffondere il proprio annuncio in internet, incontrare più persone interessate e, non da ultimo, sapere come predisporre l’appartamento per renderlo più invitante e affittarlo in meno tempo.
 

Cosa fare prima di affittare

Prima di affittare, è consigliato valutare le condizioni del vostro immobile. Provate a entrare per la prima volta in casa, fate come se non la conosceste. Guardatevi intorno e analizzate cosa manca e cosa va sistemato: fatevi una piccola lista delle cose da aggiustare, sostituire, migliorare o integrare. Pulite bene ogni spazio, soprattutto il bagno e la cucina, e ripitturate le pareti scegliendo tinte neutre, meglio se chiare. Pensate, in pratica, a cosa fareste se ci doveste andare a vivere voi.

Il secondo step è togliere dalla casa tutto ciò che la personalizza: cercate di renderla più neutra possibile, così da permettere al nuovo inquilino di adattarla alle proprie abitudini e al proprio gusto.
Eliminate i mobili vecchi, scuri e ingombranti, e optate per mobili più moderni e leggeri, considerato che oggi è facile trovare tante soluzioni carine a basso costo.

Infine, verificate che tutto funzioni. Gli elettrodomestici, se ci sono, dovrebbero essere in buone condizioni e utilizzabili senza fatica. Ricordate che, in qualità di proprietari, sarete tenuti a intervenire in caso di manutenzioni straordinarie; mentre all’inquilino spetterà la regolare manutenzione ordinaria, oltre al rispetto della casa e del suo contenuto.
 

Come dare visibilità all’annuncio

Quando la casa è sistemata e in ordine, potete concentrarvi sul vostro annuncio per pubblicare la ricerca di inquilino. Iniziate a dare visibilità al vostro immobile.

Scattate le foto da pubblicare sull’annuncio d’affitto, cercando di mettere in risalto ogni parte della casa, soprattutto i punti di forza, come una cucina abitabile o una camera da letto spaziosa o un bel terrazzo. Per le fotografie scegliete una giornata di sole o accendete tutte le luci, in modo da dare più luminosità all’immobile. Fare delle foto di sera, a finestre chiuse, potrebbe penalizzare gli spazi interni.

Prima di pubblicare l’annuncio online, conviene osservare il mercato. Prendetevi del tempo per vedere com’è l’andamento dei prezzi, come si comportano gli utenti con le case nella vostra zona e come si può inserire il vostro annuncio nel mercato immobiliare locale. 

Quando siete pronti a pubblicare il vostro annuncio in internet, scegliete il portale immobiliare in base alle vostre esigenze. Inserite le migliori immagini che avete scattato, di buona qualità e alta risoluzione, la piantina della casa e una descrizione dell’immobile, più precisa possibile, con l’indirizzo della zona. Cercate di rispondere alle possibili domande che un inquilino potrebbe porvi.

Se avete familiarità con i social network, condividete il vostro annuncio anche su Facebook, Instagram e Linkedin. Chiedete ad amici e conoscenti di ricondividere il vostro post, così da aumentare la visibilità in rete. Poi, quando qualcuno vi contatterà, siate solerti nel rispondere alle domande e ascoltate.
 

La scelta dell’inquilino

Appena qualcuno interessato al vostro annuncio vi contatta per un appuntamento, incontrate la persona per capire se è affidabile e realmente interessata all’immobile. Fate domande, cercate di conoscerla e di valutare la sua motivazione a prendere in affitto la vostra casa.

Solo dopo aver incontrato un buon numero di potenziali inquilini, trarrete le vostre conclusioni per scegliere il futuro locatario e portare avanti la trattativa. A vostra ulteriore garanzia, potete chiedere a conoscenti informazioni sulla persona, cercare il suo nome e cognome sul motore di ricerca per raccogliere maggiori dettagli e avere referenze certe.

Per quanto riguarda il vostro annuncio, toglietelo solo quando sarete sicuri di aver trovato l’inquilino giusto e definitivo. Finché il contratto di locazione non è firmato, lasciatelo pure in rete. Nella vita, davvero, non si sa mai.
 

Consigli per chiudere bene la trattativa

Infine, due consigli utili affinché la vostra trattativa vada a buon fine: siate flessibili con il vostro futuro inquilino, laddove è possibile. Se ha bisogno di un mobile in più o di un letto aggiuntivo o di spostare o togliere qualche complemento d’arredo, cercate di andargli incontro. Idem con il prezzo: non sparate cifre esagerate. Fissate un prezzo consono per il canone di locazione, tenuto conto del mercato immobiliare locale, della zona e della metratura della casa, senza esagerare nella vostra richiesta. Cercate di trovare un accordo che faccia felici entrambi.

L’assicurazione dell’immobile è una possibilità da non sottovalutare, in sostituzione del più classico deposito cauzionale, che talvolta diventa un costo importante per il futuro inquilino, il quale rischia di fare un passo indietro proprio per la cauzione.

Se non avete tempo da dedicare alla ricerca di un inquilino, alle visite e alla gestione di tutta la trattativa, la soluzione migliore è affidarsi a un professionista del settore o a un’agenzia immobiliare specializzata, che segua per voi l’intera procedura.

Con il fai da te si risparmia qualcosa, certo, ma c’è sempre il rischio di fare le cose male e di fretta, di commettere errori o dimenticanze, e di perdere delle occasioni. Un agente immobiliare specializzato nelle locazioni può dare più visibilità all’immobile e, soprattutto, aiutare sia il proprietario che l’inquilino a raggiungere ciascuno il proprio obiettivo, trovando il migliore compromesso per entrambi.

Richiedi Informazioni

I dati derivati tramite il seguente modulo da Lei volontariamente forniti per l'attivazione dei servizi richiesti saranno trattati da parte di eWake srl ai sensi del D.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e del Regolamento (UE) 2016/679) in materia di protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e di libera circolazione di tali dati e s.m.i. Clicca qui per l'informativa completa.